Area Manager Retail

Area Manager

Massimo Falegnami ricopre il ruolo di Area Manager Retail.

 

Ho collaborato con l'azienda Fenice srl a Marchio "Particolari".

Le mie esperienze e capacità professionali si definiscono in: selezione e formazione del personale, motivare al raggiungimento del budget, reportistica, visual merchandising, problem solving, ispezioni a sorpresa, controllo ed andamento KPI concordati.

 

 

Uno sguardo per capire meglio il ruolo dell'Area Manager:

L'area manager, o capo area, è il professionista di collegamento tra la direzione commerciale e la rete di venditori o filiali attiva su un territorio. Gestisce la strategia commerciale e ha la piena responsabilità del raggiungimento degli obiettivi di vendita e fatturato attesi in una determinata zona geografica.

 

È una figura fondamentale nell'organizzazione della rete commerciale di qualsiasi azienda strutturata, dal retail alla GDO, dal settore alimentare all'energia, dalla telefonia all'automotive, dal farmaceutico alle assicurazioni.

 

L'Area Manager riceve dalla direzione commerciale gli obiettivi di vendita che la sua area deve raggiungere, le scadenze entro cui conseguire i risultati fissati e il budget che ha a disposizione per farlo.

In riferimento alla sua zona di competenza, le responsabilità dell'Area Manager sono: preparare un piano di area, guidare il gruppo di venditori, agenti e rappresentanti attivi nella propria area al raggiungimento degli obiettivi e delle quote di mercato definite, acquisire nuovi clienti, reclutare (unitamente alla funzione HR) e inserire nuovi agenti o venditori nelle zone che lo richiedono, sviluppare nuove opportunità di business.

Se la rete commerciale è composta da punti vendita, l'Area Manager coordina gli store manager per assicurare il raggiungimento degli obiettivi assegnati in termini di fatturato e profitto, intervenendo in caso di scostamento dagli obiettivi preventivati, mantiene e sviluppa la base clienti, ha parte attiva nella selezione e formazione dello staff dei punti vendita diretti, funge da interfaccia fra la sede centrale e le filiali, verifica che siano seguite le linee guida aziendali per quanto riguarda prodotto, procedure interne, tecniche di vendita e visual merchandising.

 

In vista dell'espansione e del rafforzamento della rete commerciale, l'Area Manager analizza i KPI (Key Performance Indicators, indicatori chiave di prestazione) per monitorare l'andamento delle vendite in relazione agli obiettivi: in questo modo può intervenire in modo efficace per stabilire traguardi specifici per ciascuno, dare incentivi mirati e promuovere azioni motivazionali e di supporto per le situazioni meno brillanti. Inoltre, l'Area Manager analizza il portafoglio clienti, lo consolida e verifica la presenza di nuove possibilità di business.

Fornisce feedback alla direzione vendite riguardo la situazione del mercato, le esigenze dei clienti e le mosse della concorrenza, e contribuisce a sviluppare il business. Prepara report periodicisulla propria attività e sui risultati della propria area, per informare la direzione commerciale e pianificare strategie di vendita di lungo periodo. Si rapporta quindi anche con altri reparti aziendali, come la produzione, e in particolare con i responsabili del settore marketing, per definire in modo coordinato le attività promozionali di supporto alle vendite.

 

Le competenze richieste all'Area Manager riguardano quindi due ambiti principali: da una parte le competenze economiche e finanziarie, l'analisi del mercato, la pianificazione delle attività di vendita e il controllo dell'area affidata, e dall'altra la capacità di gestione del personale e le doti di leadership necessarie per condurre il team di venditori e la rete di negozi al raggiungimento degli obiettivi attesi.

 

Solitamente un Area Manager è inserito come dipendente nella struttura commerciale di aziende e imprese di medie e grandi dimensioni e in multinazionali. Lavora in un ufficio, anche se può essere richiesta la massima disponibilità alla mobilità territoriale e a trasferte, specialmente in quei settori come il retail in cui è utile controllare di persona le varie realtà locali.